martedì 29 giugno 2010

"Sotto di Ponte" per salutare Klaus

Klaus ha vissuto sotto il portico di una banca per tanti e tanti giorni. Parlava di rado e con poche persone. Lo facevano stare lì sotto nelle notti d'inverno. A qualcuno infastidiva, altri ormai lo consideravano parte dell'architettura, altri ancora gli davano soldi o cibo. Klaus aveva lasciato una vita agiata, Klaus voleva lasciare anche il dolore di una perdita. Klaus si è lasciato infine morire. Rimanere a guardare e nient'altro la sua scelta, il suo volersi spegnere. Nel posto dove vivo abbiamo visto e vediamo ancora passare persone come Klaus. Le loro vite hanno esiti spesso inevitabilmente tragici, guardare il loro svolgersi può esserlo meno o anche peggio. Nella storia che segue ne ho raccontata qualcuna e di come in qualche modo hanno intrecciato la mia. La storia si chiama "Sotto di ponte", ed era l'espressione usata da uno di loro per indicare uno dei luoghi che sceglievano per vivere. E' stata pubblicata l'anno scorso nell'antologia "Sherwood Comix" edita da NPE, a quanto pare però il volume ha avuto una difficile visibilità. A questa storia ci tengo, anche per la piccola dedica finale, eccola qua:










sabato 26 giugno 2010

Merd pour moui - L'immaginazione al dovere




A Crack! abbiamo finalmente avuto dai ragazzi del Collettivo Mensa il loro nuovo parto. Il monografico "L'immaginazione al dovere" è un antologia di scritti e fumetti ruotanti intorno a questo tema. Svariati gli autori presenti tra cui anche io e Simone con questa storia fatta in tandem. QUI dettagli e attivismo del Collettivo Mensa, giovani Lucani emigrati in quel di Firenze...








giovedì 24 giugno 2010

Ulac Smah Ulac in Svezia!

A Crack! ho potuto conoscere di persona Mattias Elftorp, anima e mente del progetto editoriale WormGod. Dopo aver pubblicato la mia breve storia "Paceguerra" in uno split book con Amanda Casanellas, ora è la volta di "Ulac Smah Ulac" scritta e disegnata ormai diverso tempo fa e che non ha mai visto la via della carta. E' la storia degli eventi che hanno coinvolto la Cabilia (regione dell'Algeria) nel 2001, quella che è rimasta nella storia come la Primavera Nera; un insurrezione popolare a seguito dell'assassinio del giovane Massinissah Guermah e che ha visto una mobilitazione ed un livello di scontro elevatissimo. Sull' albetto la storia è tradotta in inglese ovviamente, mentre eccola qui per intero dopo un'apparizione su Political comics.










martedì 22 giugno 2010

Robe di Crack!


Quattro giorni al Crack! Dal principio alla fine, nelle celle meno umide del solito, con un'aria a tratti addirittura fresca. Crack! è un esplosione, un crogiolo d'arti impazzite, una babele di cose dove c'entra anche il fumetto e chi lo fa sopratutto si diverte. La libertà degli estri, i manufatti del genio, le installazioni, i poster, la musica, il cibo, la festa. Al momento nessun altro evento in Italia è lontanamente paragonabile a questo: lunga vita al Crack!


Vai con le immagini:




Le tavole di lamette in mostra nella cella con LuchoVillani e DanieleCatalli. In fondo a questa gallery il video di Lucho in azione con Augustarello, la loro performance Scaramanouche ha riempito il blu delle nostre mura...



Il posterone di Giudainvaso da pitture estemporanee di altri pazzi...

Il verde di Marina Girardi sul bianco latte mattoncino...

Un opera tecnicamente lodevole, da una storia attualissima...





Il poverello interviene nella performance degli Hamelin di Ivan Manuppelli, poco prima cantando con i suoi Blood'77 rovina a terra spuntandosi un gomito...


Moltiplicate per cento i presenti nella foto per farvi un'idea dell'affluenza nei giorni del festival...


Ed ora in random varie istantanee dai contributi delle celle...



La palma per l'installazione più riuscita va a questa stanza di un giovane disagaito manichino:



L'inossidabile marcescente MURDER FARTS:























Babi sotto osservazione all'esterno di MONDO BIZZARRO:
I soliti noti all'interno di Mondo Bizzarro:
SILVANO FALATTI!

Mr. CRAOMAN!



Qui non si capisce bene ma alcuni folli hanno passato tutto il tempo a rendere in bassorilievo questo disegno! Notare la bidoniera per impastare argilla e fango...








E infine il video di cui sopra:




video